CAPASANTAArticolo tradotto con permesso da www.creation.com

Articolo originale https://creation.com/scallop-mirror-eye

Tradotto da Matteo d’Ambrosio per AISO (www.origini.info)

da Jonathan Sarfati

Age footstock / Alamy Stock Photo 

La capasanta è una vongola di acqua salata commestibile con una conchiglia dalla forma particolare. Ma insolitamente per i molluschi, ha un sistema visivo complesso. Nonostante non abbia un vero cervello, ha fino a 200 occhi, ognuno di circa 1 mm di diametro.

 

Questi occhi sono piuttosto inusuali: invece di una lente per focalizzare la luce in un'immagine, l'occhio della capasanta ha uno specchio per la messa a fuoco.

Leggi tutto...

Adamo e quella costola "mancante"

Articolo tradotto con permesso da www.creation.com

 

Articolo originale https://creation.com/regenerating-ribs-adam-and-that-missing-rib

Tradotto da Eleonora Battezzato per AISO (www.origini.info)

 

di Carl Wieland

 

 

 

Un impatto frontale con un'autocisterna completamente carica di benzina ad una velocità sommata di 180 km orari,1 é un'esperienza che spererei di condividere con nessun'altro. La sorpresa è stata di essere sopravvissuto ad esso - Dio chiaramente aveva altri progetti per me.2

Leggi tutto...

Articolo tradotto con permesso da www.creation.com

 

Articolo originale https://creation.com/plastic-munching-enzyme

 

Tradotto da Daniel Fantasia per AISO (www.origini.info)

 

https://creation.com/plastic-munching-enzyme

by Ari Takku (Luominen.fi)

 

Recentemente il giornale “The Guardian” ha pubblicato una notizia titolata “Gli scienziati hanno creato per caso un enzima mutante che mangia le bottiglie di plastica”.(1) Cosa significa? I ricercatori hanno forse dimostrato l’evoluzione dai microbi ai microbiologi in laboratorio? No, non è questo il caso. La notizia è basata su un articolo del PNAS che titola “Caratterizzazione ed ingegnerizzazione di un poliesterase aromatico plastico-degradante” (enfasi aggiunto).(2)

Valutando la cosa più da vicino, questa ricerca, anche se interessante in sé, non offre realmente materiale nuovo per il dibattito creazione-evoluzione, ma conferma solo ciò che è già risaputo. L’ulteriore sviluppo artificiale di questo particolare enzima, “PETase”, prodotto dal batterio Ideonella sakaiensis recentemente scoperto, ci indica la progettazione intelligente degli scienziati, e non l’evoluzione.

Leggi tutto...

sermontiLa morte a 95 anni dello scienziato Giuseppe Sermonti. I suoi studi antievoluzionisti lo portarono ad uscire dalla scienza destinata esclusivamente a fini utilitaristici così da indagare e scoprire le leggi naturali. Uno scienziato scomodo che si è scontrato col mondo accademico e con la dura critica ai biologi impegnati a volere innovare e a volere migliorare l’uomo. 

 

http://lanuovabq.it/it/sermonti-con-un-gabbiano-in-volo-demoli-darwin?fbclid=IwAR1KObaomxmA-RNA3-Hf_exXbACJOEg7wo1kb8503RQKv0OyeyNlGqx_cfw

LUCERTOLA

 

 di David Catchpoole

Articolo tradotto con permesso da www.creation.com

Articolo originale http://creation.com/surprising-lizards-in-amber

Tradotto da Eleonora Battezzato per AISO (www.origini.info)

  

Nel 2007 dei ricercatori evoluzionistici hanno fatto l'importante scoperta che la resina che scorre dai rami tagliati appositamente, appartenenti alle foreste paludose può intrappolare organismi acquatici (e anche altri) che si trovavano nell’acqua delle palude.(1,2) Questo doveva essere un punto di svolta riguardo al "mistero" dell’origine dei fossili di ambra.(3) Come abbiamo segnalato all'epoca nella rivista Creation(4), le osservazioni dei ricercatori, in aggiunta alle loro deduzioni sul fatto che i fossili di ambra potrebbero essere stati preservati solo tramite la sepoltura sotto strati di sedimentazioni portati da inondazioni, si adatta magnificamente con il diluvio universale (Genesi 6-9).

Leggi tutto...

Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti come da nostra Cookie Policy