L’evoluzione risulta dai fatti?

di Calvin Smith

Articolo tradotto con permesso da www.creation.com

Articolo originale http://creation.com/atheism-needs-evolution

  

Tradotto da Eleonora Battezzato per AISO (www.origini.info)

Il quesito sulle origini (da dove tutto ebbe inizio) ha solo due possibili risposte. O l’universo si è creato da solo o non l’ha fatto. Se l’avesse fatto allora una sorta di evoluzione cosmica deve aver preso luogo per giustificare la realtà. Se non l’avesse fatto allora deve esistere un Creatore. Non c’è una terza opzione.(1)

Leggi tutto...

Se la vita dipendesse completamente dalle leggi della natura ,si avrebbe ben presto la debilitazione e la morte come risultato normale.La vita controlla quindi le leggi della natura con delle innovazioni ,con dei meccanismi che sembrano progettati e lo sono realmente perchè irriducibilmente complessi.Una di queste innovazioni è la pompa sodio-potassio presente in tutte le membrane cellulari già descritta altre volte.

Leggi tutto...

Negli articoli precedenti abbiamo visto che ,per avrei la salute deve circolare nel corpo una massa liquida, il sangue , nella quantità di 5 litri e deve circolare continuamente indietro e avanti per rifornire il corpo dell'ossigeno e di tutte le altre sostanze nutritizie e per eliminare le sostanze tossiche,Co2 attraverso i polmoni e le altre attraverso i reni. Questa massa liquida però obbedisce a delle leggi fondamentali della natura come l'inerzia ,l'attrito e la gravità, e non potrebbe circolare da sola in base a queste leggi. Un ingegnere dovrebbe progettare un sistema di pompa aspirante e premente e dei tubi che da essa partono e ad essa ritornano ,pompa azionata da qualche forma di energia ad attività continuativa e costante, pompa munita di valvole che impediscano al liquido circolante di ritornare indietro.

Leggi tutto...

Sembra che il corpo sappia quali sono i numeri minimi per la funzione cardiovascolare al di sotto dei quali avviene la debilitazione e la morte dell'organismo umano. Riassumiamo quali sono questi numeri. Per la corsa veloce, che doveva essere efficiente nei nostri antenati per cacciare e non essere cacciati,il consumo di ossigeno per l'attività muscolare e cardiaca è di 3500 ml. al minuto; per questo consumo si deve avere una gittata cardiaca di almeno 25 litri di sangue mandato in circolo al minuto. Per una corsa leggera si consumano 2000 ml.di O2 al minuto e si può calcolare la gittata cardiaca necessaria facendo il calcolo 25l.x2000/3500=14,3 l. al minuto di gittata cardiaca.

Leggi tutto...

Lo ione sodio, una volta fuoruscito dalle cellule tramite la pompa sodio-potassio, si concentra per il 90% nel liquido extracellulare, e nel circolo ematico trascinando con sé una proporzionale quantità di acqua contribuendo in modo fondamentale al mantenimento della volemia ematica e alla efficienza del circolo sanguigno. Ma come il corpo controlla la quantità di sodio ione presente? Esistono nel circolo sanguigno e soprattutto nei vasi renali dei sensori che sono sensibili alla trazione con  allargamento della parete arteriosa  alla stesso modo con cui l'aria gonfia un pallone o una gomma. Una volemia bassa che dipende ,come abbiamo visto dalla quantità di sodio presente nel sangue, stimola il sensore presente nei vasi sanguigni renali a produrre una notevole quantità di una sostanza proteica chiamata renina, mentre una alta volemia induce il sensore a produrre poca renina. La produzione di renina è quindi inversamente proporzionale al valore della volemia e quindi indirettamente al valore del sodio.

Leggi tutto...

Abbiamo già visto in precedenti articoli che il sistema cardiocircolatorio funziona come una pompa aspirante e premente per far si che il sangue circoli continuamente nel corpo per fornire di elementi nutritivi ed ossigeno tutti i tessuti del corpo ,superando le leggi naturali dell'attrito, dell'inerzia e della gravità. Ma bisogna farlo in una misura giusta e in quantità giusta. Quando ,per fare un esempio ,i pompieri ,per spegnere un incendio al terzo piano di una casa ,devono pompare acqua ,in quantità sufficiente a spegnere l'incendio, la devono anche mandare ad una velocità tale che possa spegnere l'incendio subito. In modo analogo avviene per il sistema cardiocircolatorio. La quantità di flusso di sangue nella circolazione dipende esattamente quanto sangue il cuore può pompare in un determinato periodo di tempo. I litri di sangue al minuto che il cuore può pompare si chiama gittata cardiaca (CO) e misura l'efficacia con cui il cuore pompa sangue nei vasi.

Leggi tutto...

Abbiamo visto in precedenti articoli che la perdita di 10 litri di acqua senza alcuna assunzione porta alla morte per disidratazione. Una persona a riposo perde un litro di acqua al giorno circa attraverso le urine, la respirazione e il sudore ,quindi se un individuo a causa di condizioni debilitate non può assumere acqua per via orale in 10 giorni muore per disidratazione. I reni in un giorno filtrano 180 litri di acqua attraverso i glomeruli. Il 90% viene riassorbita automaticamente  rimangono 18 litri che vengono assorbiti per il più del 90 % dai tubuli distali dei reni col sistema dell'ADH, osmocettori, recettori dell'ADH presso i tubuli renali.

Leggi tutto...

La quantità minima giornaliera di sodio che necessita all'organismo è di 500 mg. Ciò vuol dire che l'organismo perde ogni giorno, in condizioni basali circa 500 mg. di sodio ,in parte con le  feci, in parte col sudore e in parte con le urine. Noi però, con una dieta normale riusciamo ad introdurre ogni giorno circa 3000 -4000 mg. di sodio al giorno.

Leggi tutto...

Abbiamo visto in precedenza che il corpo deve rispettare i 2/3 e 1/ 3 di distribuzione dell'acqua dentro e fuori dalle cellule perchè stia in salute, ma deve controllare anche la quantità totale di acqua che deve essere presente in tutto il corpo.

 Il nostro corpo infatti perde acqua continuamente, anzitutto attraverso la respirazione; ad ogni espirazione noi emettiamo anidride carbonica ed acqua sotto forma di vaporacqueo, e più la respirazione è frequente ,più acqua perdiamo.

Leggi tutto...

ll sistema cardiocircolatorio non è un sistema statico, ma dinamico e si adatta a tutte le situazioni che richiedono un massimo sforzo muscolare, come correre, saltare, cacciare: i nostri antenati dovevano correre per cacciare e procurarsi il cibo e per non essere mangiati, e quindi il sistema cardiocircolatorio sin dall'inizio si doveva adattare alle diverse esigenze del corpo. Il sistema ,a riposo ,è come un'automobile col motore al minimo, quando l'auto deve correre od arrampicarsi in una salita ,il conducente deve schiacciare la leva del gas per immettere più carburante e dare più energia al motore e ai pistoni, e l'auto corre più veloce. La stessa cosa succede per il sistema cardiocircolatorio. Durante il riposo il cuore funziona al minimo, dando l'energia necessaria per le funzioni di base, e cioè per le funzioni del fegato, dei reni, del cervello, del polmone e del cuore.

Leggi tutto...

La secrezione dell'ormone antidiuretico ,come abbiamo visto in articolo precedente fa parte di una struttura a complessità irriducibile.  In altri termini ,se manca un solo componente il tutto non funziona; devono esistere cosmocettori che sono sensibili alla variazione in meno o in pù della concentrazione di acqua nelle cellule; scatenamento di impulsi nervosi che arrivano alla ipofisi posteriore e che rilasciano l' ADH che è ,un polipeptide composto ,nella sua forma attiva di nove aminoacidi, nella sua forma inattiva ,di 164 aminoacidi , evidentemente, perchè funzioni, deve essere attivato e anche questo è un processo molto mirato. Questo ormone poi si lega a dei ricettori del senso della sete nell'ipotalamo, e soprattutto si lega a dei ricettori presenti nei tubuli distali del rene; questo legame scatena una complessa serie di reazioni a cascata che termina coll'introduzione nella membrana cellulare delle cellule renali di proteine specifiche: le acquaporine le quali hanno la capacità di assorbire l'acqua e il sodio e rimetterlo nel torrente sanguigno  

Leggi tutto...

Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti come da nostra Cookie Policy